Sicurezza, efficacia e farmacocinetica di golimumab in pazienti con colite ulcerosa da moderatamente a gravemente attiva: estensione a lungo termine del PURSUIT-SC

All’ECCO 2016, il gruppo di W. Reinisch (Universitätsklinik für Innere Medizin III e McMaster University, Vienna e Hamilton, Austria) ha presentato uno studio volto a valutare sicurezza ed efficacia a 4 anni (alla settimana 228) del mantenimento SC con golimumab (GLM) in pazienti con colite ulcerosa (CU) da moderatamente a gravemente attiva.

GLM è un anticorpo anti-TNF completamente umano, approvato nel settembre 2013 dalla Commissione Europea per il trattamento della CU per i pazienti con malattia di grado moderato-severo che avevano ottenuto una risposta insoddisfacente alle terapie tradizionali, inclusi corticosteroidi, 6-mercaptopurina o azatioprina, o che presentavano controindicazioni all’assunzione di tali terapie. Il PURSUIT (Program of Ulcerative Colitis Research Studies Utilizing an Investigational Treatment) è un ampio programma di studi che si sta articolando in diverse sottoanalisi.

Di 1354 pazienti randomizzati e trattati in induzione, il gruppo di Reinisch ha considerato i 1228 arruolati nel mantenimento. I pazienti che hanno completato il trattamento alla settimana 52 e la valutazione alla settimana 54 erano eligibili a entrare nell’estensione dello studio (LTE) per altri 3 anni. I pazienti entravano nell’LTE con la stessa dose GLM che ricevevano al termine dello studio principale.

Durante LTE, placebo (PBO) o GLM 50 mg, i pazienti potevano passare a GLM 100 mg ogni 4 settimane sulla base del peggioramento della CU. Sono state valutate la farmacocinetica (PK) e l’immunogenicità di GLM durante LTE. Le analisi di efficacia si sono basate su pazienti randomizzati a GLM alla settimana 0 di mantenimento che hanno continuato GLM durante LTE. Le analisi di sicurezza si sono basate su tutti i pazienti trattati con GLM in qualsiasi momento dalla settimana 0 di induzione alla settimana 228.

In totale, 672 pazienti sono entrati in LTE: 666 sono stati trattati (96 PBO, 93 GLM 50 mg, 477 GLM 100 mg). La maggioranza delle sospensioni dell’agente in studio erano presenti in PBO, 83,3 vs. 37,2% GLM combinato. I pazienti PBO al momento della rimozione della cecità dello studio sono stati sospesi; la maggioranza di pazienti GLM ha sospeso il trattamento a causa di eventi avversi (EA) e di un effetto terapeutico non soddisfacente. L’analisi PK ha mostrato che le concentrazioni GLM sieriche erano proporzionali alla dose e si mantenevano nel tempo in pazienti che ricevevano GLM 50 mg o 100 mg ogni 4 settimane nell’LTE. Il numero di pazienti positivi per anticorpi anti-GLM era pari a 4,4 e 3,7% in 50 mg e 100 mg, rispettivamente. Le analisi di efficacia si sono basate su dati osservati.

Alla settimana 216, il 99,3% dei pazienti che ricevevano GLM aveva una valutazione medica globale (Physician’s Global Assessment, PGA) di 0/1; il 77,6% aveva PGA di 0; il 76,1% aveva un punteggio IBDQ >170. La proporzione di pazienti che non ricevevano corticosteroidi (CS) alla settimana 216 veniva mantenuta. Alla settimana 228, i tassi di EA di speciale interesse (es., demielinizzazione) e malignità rimanevano confrontabili alla settimana 54 (vedi Tabella).

Sono stati registrati 4 NMSC (3 per GLM 100 mg e 1 per GLM 50 mg), 2 linfomi (entrambi per GLM 100 mg) e 7 tumori solidi [5 per GLM 100 mg e 2 per GLM 50 mg]). Complessivamente, sono stati registrati 9 decessi: 2 (precedentemente riportati) per insufficienza cardiaca e respiratoria (per PBO) per disfunzione cardiaca biventricolare (per GLM 50 mg) e altri 7 decessi: per infarto miocardico, cancro della colecisti, cancro rettale avanzato, adenocarcinoma del colon, sepsi, overdose accidentale di nitrossido e aspirazione massiva post-colectomia tutti GLM 100 mg.

In conclusione, ha sottolineato Reinisch, tali dati continuano a sostenere un profilo beneficio/rischio positivo per il GLM nel trattamento dalle CU moderata-grave. Il trattamento con GLM fino a 4 anni ha mantenuto il beneficio clinico senza nessuna nuova segnalazione relativa alla sicurezza osservata; il profilo di sicurezza era simile a quello osservato alla settimana 54.


Torna all'indice